stampante 3d economica

Stampante 3D economica? Ecco le migliori del 2020

Il mondo delle stampanti si è voluto in modo costante ma il vero salto di qualità è stato quello di passare dal bidimensionale alla stampa 3D; fino a poco tempo fa questo tipo di stampanti era riservato solo ed esclusivamente ad aziende specializzate ma l’evoluzione tecnologica e la crescente richiesta ha consentito un notevole abbassamento dei prezzi. La stampante 3d economica non è più quindi un’utopia.

In questo articolo cercheremo di vedere la migliore stampante 3D all’interno di due fasce di prezzo molto interessanti, per chi cerca stampanti 3d low cost: migliore stampante 3D al di sotto dei 200 euro e tra i 200 e i 500 euro.

La possibilità di potersi creare in casa moltissimi oggetti è quindi diventata realtà; parleremo di stampanti 3D che funzionano mediante modellazione a deposizione fusa (FDM) che offrono soluzioni economiche ma anche le stampe di modelli con dimensioni maggiori.

Si spiegheranno inoltre le differenze tra i vari tipi di stampante, i componenti principali ma soprattutto si daranno tutti i parametri necessari per poter scegliere il miglior modello di stampante 3D per le proprie esigenze.

Vediamo quindi quali sono le caratteristiche principali che deve avere una stampante 3D economica.

Indice

Funzionamento delle stampanti 3D FDM

Il funzionamento delle stampanti 3D FDM, ovvero Fused Deposition Modeling, è derivato dalla formazione di strati di materiale (ABS, o PLA per quelle di fascia bassa e medio-alta, nylon, PETG, PA o TPU oppure termoplastiche come PEEK o PEI per quelle di fascia alta o professionali) che vengono depositate lungo linee di materia fusa.

Con l’utilizzo di questa metodologia di stampa, la risoluzione della parte prodotta viene generata principalmente dalla dimensione dell’ugello di estrusione (la testina 3D) e in base ad essa possono crearsi dei piccoli punti di vuoto nel caso di superfici arrotondate.

Tali difetti però, quando presenti, sono visibili solamente ad un’attenta osservazione del dettaglio.

fdm esempio 1
Stampante FDM dettaglio estrusione

Stampanti 3D cartesiane e delta, differenze e tecnologia

La caratteristica principale delle stampanti 3D è il fatto che la testina si muove lungo le tre direttrici principali ovvero altezza, larghezza e lunghezza in modo da costruire poi l’oggetto che si vuole stampare; questo movimento però è effettuato in diversi modi: il primo (stampante 3D cartesiana) è quello di mantenere i movimenti relativi alla creazione dell’oggetto lungo i tre assi cartesiani standard (x,y,z) mentre il secondo (stampanti 3D Delta) è quello di seguire in un certo senso le forme dell’oggetto stesso.

 

stampante 3d
Stampante 3D FDM

Le stampanti cartesiane

La prima ha il suo funzionamento strettamente legato ai 3 assi X,Y e Z con la stampa che avviene nel seguente modo: il piatto su cui viene stampato l’oggetto si muove lungo le direttrici di superficie, larghezza e lunghezza, mentre l’estrusore è collegato ad una terza barra che consente di sviluppare la terza direttrice ovvero quella dell’altezza. 

Vi sono stampanti cartesiane che mantengono inalterata l’altezza dell’estrusore ed è il piatto che si muove lungo le tre direttrici abbassando la propria altezza.

La stampante cartesiana tendenzialmente è di forma cubica e al suo interno ci sono quattro motori in quanto ogni asse è dotato di un proprio motore che consente il movimento sia del piatto che dell’estrusore; a questi viene aggiunto quello che consente il movimento del filamento attraverso l’estrusore stesso in modo da poter consentire la stampa dell’oggetto.

Le stampanti delta

Le stampanti 3D Delta invece sono tendenzialmente di forma cilindrica e il piatto su cui viene creato l’oggetto rimane fisso;

sono infatti i tre bracci della stampante che si muovono in modo completamente indipendente sia in termini di velocità che di tempistica in modo che l’ugello possa muoversi liberamente nello spazio seguendo una sorta di triangolazione e creare quindi l’oggetto desiderato

stampante delta
Stampante delta

Estrusori Bowden e Direct, differenze e tecnologia

Le stampanti 3D non sarebbero tali se non contenessero al loro interno un componente particolare chiamato estrusore. Esso è il nucleo centrale della stampante 3D ed è quella parte che rende reale il progetto; nell’estrusore infatti avviene la trasformazione del materiale filamentoso in quanto questo viene prima spinto, poi sciolto, e quindi espulso per la modellazione e spinto sul piatto.

L’estrusore delle stampanti 3D è formato da due parti: una parte superiore fredda ed una parte inferiore calda; quest’ultima viene riscaldata esclusivamente all’atto dello scioglimento del filamento.

La parte superiore è quella che consente alla stampante di prelevare tramite un motorino e delle ruotine dentate il filamento e lo spinge verso la parte calda.

Quella inferiore invece permette al filamento di sciogliersi e di essere spinto verso l’ugello vero e proprio permettendo così la costruzione dei vari layer sul piatto.

Estrusore Direct

Esistono due tipologie di estrusori: diretto e Bowden; la differenza sostanziale sta nella distanza intercorrente tra le due estremità dell’estrusore.

In quella diretta la parte fredda e quella calda sono direttamente collegate, una di seguito all’altra, in modo che il filamento scenda direttamente da quella fredda all’interno di quella calda e le parti possono anche essere unite tra di loro.

stampante 3d: estrusore direct
Stampante 3D: estrusore Direct

Estrusore Bowden

In quelle Bowden invece la parte fredda e quella calda sono completamente divise e anche lontane tra di loro; quella superiore fredda è di norma fissata al telaio e spinge il filamento lungo un tubo ( chiamato tubo Bowden) che è fissato all’estremità superiore di quella calda.

L’estrusore Bowden consente una maggiore libertà di movimento alla stampante in quanto consente una diminuzione di peso del pezzo in movimento con notevole vantaggio sulla maneggevolezza e sulla precisione.

estrusore bowden
Estrusore Bowden

Guida all’acquisto, i parametri della nostra analisi

Nell’ambito della recensione sono stati utilizzati diversi parametri per confrontare i vari modelli di stampante 3d più economica.

In particolare:

Le migliori stampanti economiche del 2020

Vediamo quindi le caratteristiche di alcune stampanti 3D prezzi e dettagli

Stampante 3D 200 euro

Alfawise U30

Caratteristiche

La stampante 3D Alfawise U30 viene consegnata preassemblata al 50%; bisogna infatti montare in maniera autonoma il telaio della parte superiore mentre la base e la relativa elettronica sono già pronte per essere utilizzate.

All’ interno della confezione vi sono anche alcuni degli attrezzi che consentono un rapido montaggio della struttura come il set di brugole, un paio di chiavi inglesi, il lettore di microSD con l’adattatore il classico cavo di collegamento USB per il computer ma non viene fornita la tronchesina per tagliare il filamento.

Dimensioni

Le dimensioni reali disponibili per la stampa sono di 220 x 220 x 250mm su di un piatto riscaldato in vetro e con superficie aderente, ha un display touch-screen da 4,3 pollici che contiene tutte le indicazioni della stampa in una singola schermata e la rumorosità è molto contenuta grazie ai nuovi Driver TMC2208; in questo ambito va comunque segnalata una certa rumorosità della ventola che però può essere isolato in maniera molto semplice.

Funzionalità

Questa stampante consente il cambio di filamento e ciò può essere effettuato direttamente tramite display, grazie alla presenza di un sensore di fine filamento; da display è anche possibile gestire la funzione di livellamento automatico che permette di poter scegliere in modo molto veloce un massimo di 5 punti sul piano di stampa.

Tra le varie funzionalità vi è anche quella ripristino della stampa interrotta sia per motivi interni come ad esempio la mancanza di filamento (che può essere indifferentemente PLA, ABS, PET, PETG, ASA ed altri) sia per motivi esterni come ad esempio la mancanza di erogazione di energia elettrica.

Prezzo

La stampante Alfawise u30 viene venduta ad un prezzo medio di 160€ che per le varie possibilità che questo modello offre può essere considerato molto interessante, parlando di stampa 3d economica.

Punti di forza
Punti di debolezza

Creality Ender 3

Caratteristiche

La stampante viene fornita quasi completamente smontata (la percentuale già assemblata è infatti di poco inferiore al 40% ed è relativa alla parte inferiore della stampante) sia da un punto di vista telaistico che di componentistica elettronica;

nella confezione però viene fornito tutto il materiale necessario per procedere in maniera semplice al montaggio dei componenti: un piccolo cacciavite a taglio due chiavi inglesi, un set di brugole, alcuni adattatori di presa, una piccola cesoia ed una spatola che consente di poter staccare le stampe dal piatto ma il manuale fornito è un po’ carente di informazioni.

Dimensioni

Le dimensioni reali disponibile per la stampa sono di 220 x 220 x 250mm su di un piatto riscaldato in vetro e con superficie aderente, ha un display touch-screen da 4,3 pollici che contiene tutte le indicazioni della stampa in una singola schermata e la rumorosità è molto contenuta grazie ai nuovi Driver TMC2208; in questo ambito va comunque segnalata una certa rumorosità della ventola che però può essere isolato in maniera molto semplice.

Funzionalità

L’area di stampa è di 220 x 220 x 250 mm e l’estrusore MK10 consente di utilizzare il filamento da 1,75 mm PLA, ABS, TPU ma non il TPE.

Il piatto riscaldato è in alluminio e ha un soprapiatto costituito da materiale flessibile e poroso che permette una rapida rimozione della stampa; la sua regolazione è di tipo manuale ma nonostante ciò molto precisa grazie alla presenza di due grandi rotelle che sono molto facili da muovere e gestire.

Nella configurazione di base è presente anche un piccolo schermo LCD che però non è touch screen.

La stampante permette la ripresa di una stampa interrotta sia a causa della mancanza del filamento che per assenza di corrente elettrica.

Prezzo

Il prezzo di acquisto è in media di circa €180 per il modello base che può arrivare a una media di €200 per la versione Pro, sicuramente un buon rapporto stampante 3d qualità prezzo per stampante 3d economiche.

Punti di forza
Punti di debolezza

Anet A8

Caratteristiche

La stampante va montata integralmente in quanto nella confezione di vendita non è presente alcun pezzo premontato sia da un punto di vista di telaistica che di componentistica elettronica.

Nella confezione oltre ai componenti della stampante e agli accessori fondamentali come viti e bulloni viene fornita anche una scheda MicroSD da 8GB con il relativo lettore, una tronchesina, un cacciavite e filamento per la stampa di prova.

Per montare integralmente la stampante è necessario un tempo medio di circa 8 ore anche perché molte delle informazioni che sono contenute all’interno del manuale in PDF non corrispondono esattamente alle metodologie di montaggio che sono necessarie; bisogna inoltre fare molta attenzione alla fase del cablaggio dei componenti elettronici e dell’alimentazione.

Dimensioni

La superficie del piatto destinato all’area di stampa  è di 220 x 220 x 240mm e il telaio che viene dato in dotazione è costruito in acrilico.

La stampante consente utilizzare non solo filamenti classici in ABS, PLA,TPU ma anche Luminescent, nylon PVA, PP tutti con un diametro di 1,75 mm ma non è munita di interruttore di accensione.

Funzionalità

Il piatto è in alluminio riscaldato con possibilità di decidere la temperatura di riscaldamento; la stampante consente comunque di poter stampare degli upgrade che consentono una notevole miglioria della qualità di stampa come ad esempio il porta bobina, un nuovo sistema di raffreddamento, il tensionatore delle cinghie X e Y ed una nuova guida per il filo.

Prezzo

I prezzo per la versione base varia dai 160 ai 200 euro con l’aggiunta di kit stampante 3d economica dedicati

Punti di forza
Punti di debolezza

Stampante 3D economica sotto i 500 euro

Artillery Sidewinder X1

Caratteristiche

La stampante viene fornita completamente assemblata (nella percentuale del 95%); nella confezione fatti vi sono solo due parti ovvero quella inferiore dove sono anche inseriti tutti confronti elettronici e quella superiore relativa al portale X e Z che contiene l’estrusore.

Il montaggio quindi si limita al collegamento della parte superiore con quella inferiore mediante quattro viti e al collegamento dei cavi del motore dell’asse Z.

Dimensioni

La superficie di stampa  è di 300 x 300 x 400mm per cui è possibile stampare oggetti dalle dimensioni veramente generose.

Il piatto di stampa è in vetroceramica con finitura ruvida a riscaldamento rapido a corrente alternata e il suo livellamento è di tipo manuale.

Funzionalità

L’estrusore è di tipo Direct con un ugello di 0,4 mm che supporta filamenti in PLA (normale e flessibile), ABS, TPU.

Tutti e tre gli assi sono forniti di sensori induttivi di fine corsa.

Prezzo

Il prezzo medio è di 365 euro circa, che piazza questo prodotto nella fascia tra stampante 3d 300 euro e stampante 3d 400 euro, ed in più ha un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Punti di forza
Punti di debolezza

FlyingBear Ghost 4S

Caratteristiche

La stampante viene fornita praticamente assemblata in quanto solamente il 10% delle parti (relativa a quella superiore) deve essere unito tra loro; nella confezione inoltre vi sono le pinze da taglio spatola e anche qualche pezzo di ricambio come ad esempio un tubo aggiuntivo in teflon.

Ha un’interfaccia multipla in quanto consente la stampa mediante WiFi, scheda SD e collegamento USB di file in vari formati (*.STL, *.DAE, *.OBJ e *.AMF).

Dimensioni

Il letto di stampa è in vetro rivestito ed è riscaldato; la dimensione della superficie per la stampa è di 255 X 210 X 210 mm ed ha un tappetino magnetico che consente una facile rimozione della stampa.

Accetta filamenti di diametro di 1,75 mm in PLA, ABS e TPU.

Funzionalità

Ha uno schermo touch screen da 3,5 pollici a colori che consente un’adeguata gestione di tutte le fasi della stampa e della stampante stessa ed un anteprima dell’oggetto da stampare.

E’ presente la possibilità di ripristino della stampa in caso di mancanza del filamento o di energia elettrica per il sensore del filamento che avverte se quest’ultimo è finito oppure rotto.

Prezzo

il prezzo medio è di 350 euro ma si riescono a trovare delle offerte anche al di sotto di questa cifra che rendono il rapporto qualità prezzo realmente eccezionale.

Punti di forza
Punti di debolezza

Anycubic Predator

Caratteristiche

La stampante, di tipo delta, ha un telaio molto robusto e ha la tecnologia FDM.

Nella confezione oltre alle viti e bulloni per il normale serraggio dei vari componenti, vengono fornite le tronchesine, una spatolina, un set di attrezzi, una card SD con relativo lettore, il manuale d’uso in inglese, un cavo USB ed un estrusore di ricambio.

Dimensioni

Il piano di stampa in vetro è riscaldato, removibile, foderato con un rivestimento microporoso possiede un grande volume di stampa 370 x 370 x 460 mm ed ha il livellamento automatico

Funzionalità

Supporta i filamenti in PLA, ABS, HIPS , TPU e LEGNO con un diametro che varia da 0,4 a 1,75 mm.

Ha la funzione il ripristino della stampa nel caso in cui questa possa essere interrotta per mancanza di energia elettrica o interruzione del filamento.

Prezzo

Il prezzo medio è intorno ai 470 €, rientrando così nella fascia stampante 3d 500 euro.

Punti di forza
Punti di debolezza

Riepilogo

Tutti i sopracitati modelli hanno dimostrato di avere notevoli qualità e, tranne alcuni casi, solo caratteristiche positive pur essendo stampanti 3D economiche.

Il rapporto qualità-prezzo si è mantenuto alto in tutti i modelli come anche il livello di stampa finale e la stampante 3d prezzo può essere considerato un ottimo investimento.

La scelta del modello, che spesso si trasforma in una stampante 3d trovaprezzi, dipende quindi esclusivamente dalle preferenze personali e se si ha necessità di poter stampare oggetti con diverse tipologie di filamento.

Conclusione

Scegliere una stampante 3d economica o una stampante 3d low cost potrebbe sembrare un azzardo se non un vero spreco di denaro ma così non è in quanto il prezzo stampante 3d non è realmente indicativo rispetto alla qualità della stessa.

Non è possibile stabilire quale possa essere la migliore stampante 3d tra Alfawise U30, Creality Ender 3, Anet A8, Artillery Sidewinder X1, FlyingBear Ghost 4S, Anycubic Predator in quanto tutte superano brillantemente i test e pur avendo caratteristiche molto simili, oltre che per la differenza di fascia di prezzo, la scelta è relativa alle reali esigenze personali.

Offrimi un caffè per sostenere stampatutto3d

logo_newsletter

stay tuned!

Iscriviti per ricevere fantastici contenuti esclusivi!